Home sweet home

Posted from Atlanta, Georgia, United States.

Che emozione riabbracciare un’amica dopo 15 anni! Io (Elisa) ed Enith ci siamo conosciute aLittle Rock (Arkansas) durante il nostro soggiorno di studio all’età di 17 anni. Siamo sempre rimaste in contatto con lettere prima ed e-mail poi, ma gli eventi della vita non ci hanno fatte rivedere fino a pochi giorni fa. E’ stato bellissimo percepire con quanta facilità abbiamo riacquistato il forte sentimento di amicizia che ci univa nonostante fossero passati così tanti anni. Le nostre vite sono cambiate, ma le nostre chiacchiere sono riprese esattamente da dove le avevamo lasciate 15 anni fa… a discapito dei nostri poveri mariti! Enith è di origine messicana e ha sposato Andrew, del New Jersey col quale vive ora ad Atlanta. Hanno un bimbo di 3 anni e due gemelline di un anno e mezzo. Tutti e tre perfettamente bilingue. Quando siamo arrivati a casa loro c’erano anche i genitori di lei, arrivati qualche mese fa da Veracruz, Messico. Ci hanno accolti il calore messicano unito alla gentilezza e disponibilità americani: i nostri giorni con loro sono stati un’esplosione di risate, peperoncino, memorie, palloni da calcio e palline da tennis, corse nel parco olimpico downtown e tanta birra! Che comodità per noi non dover pensare a come spostarci, dove andare a dormire o mangiare: era tutto già organizzato.. e che organizzazione impeccabile!

Io e Ale ci siamo proprio rilassati e ci siamo lasciati trasportare dalla quotidianità di una famiglia locale. Il contatto con la gente ci interessa più di musei o monumenti e sentiamo che in occasioni come questa stiamo viaggiando più di quando corriamo da una parte all’altra di una città. E’ questo che ci piacerebbe fare in questo viaggio: stare con le persone che abitano questo mondo, scoprire cosa mangiano, dove dormono, che lavoro fanno, cosa amano fare nel tempo libero (se ne hanno a disposizione).

Grazie famiglia Auns!

Navigazione articolo

  8 commenti riguardo “Home sweet home

  1. Dieuwke
    23 Ottobre 2012 alle 17:49

    Wow!!
    So good to see you united in the States!
    Love from Holland!

    Dieuwke

  2. Mariet
    23 Ottobre 2012 alle 18:09

    Sounds like you had a lovely time 🙂

  3. cristina
    23 Ottobre 2012 alle 19:29

    Ciao ragazzi,
    anche secondo me l’incontro con le persone è ciò che ti arrichisce l’anima, le bellezze naturali ti danno la pace interiore, i musei ti fanno capire fin dove può arrivare la capacità umana, ma “vivere” la gente è importantissimo.
    Buoni incontri!!!!!!!
    Cristina

  4. Roberto
    23 Ottobre 2012 alle 21:15

    Un grande saluto ai vostri amici.
    Roberto

  5. Emiliano
    24 Ottobre 2012 alle 15:37

    Momenti per cui vale la pena di vivere.
    Ciao ragazzi
    Emiliano

  6. simona
    24 Ottobre 2012 alle 18:33

    magica la famiglia Auns che vi ha ospitati! Povero Ale, non avevo dubbi riguardo le stupende chiacchierate di Elisa e Enith, ritrovatesi dopo 15 intensi anni di vita!
    Anche questa foto è stupenda, grazie Alessandro!!! un bacione, mamis

  7. Monica
    25 Ottobre 2012 alle 14:11

    quante emozioni! grazie per condividerle con noi! buon proseguimento ragazzi nella splendida America! ci sono stata tantissimi anni fa…il viaggio più bello della mia vita! ciaooo!!

  8. michela
    27 Ottobre 2012 alle 16:39

    posso solo immaginare quale sia l’emozione che si prova nel rivedere una persona dopo molti anni, nonostante si sia rimasti in contatto. dev’essere una sensazione bellissima. e poi essere accolti così apertamente da una famiglia è segno di gran cuore.
    continuate a farci viaggiare!

Rispondi a Emiliano Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *