Cartagena de Indias

Posted from Cartagena, Bolivar, Colombia.

Dopo aver sbrigato le procedure doganali direttamente in nave e aver ottenuto il timbro d’ingresso in Colombia, siamo stati accolti da Cartagena con una temperatura infernale e un’umidità tropicale. Trovato un modesto hotel appena fuori dalla città murata, lasciati gli zaini ed indossati i nostri vestiti più leggeri, abbiamo tentato di sfidare i quasi 40 gradi facendo una passeggiata nel centro. La città, considerata fra le più belle in Colombia e che deve il suo nome all’omonima spagnola, ha un indubbio fascino; riuscire ad apprezzarla totalmente è stata però impresa ardua a causa del sudore che annebbiava la nostra vista! Dalle mura che la circondano si possono ammirare scorci sul mare e sulla parte più moderna della città, piena di grattacieli. Gli edifici del centro, con il loro peculiare stile coloniale, abbelliscono il rigido impianto a scacchiera delle vie e una quantità di mestieri da noi ormai scomparsi popolano queste ultime rendendole vive; il lustrascarpe con le sue scatole di spazzole e prodotti, il dattilografo con la sua macchina da scrivere e la pila di fogli da copiare, ma soprattutto il venditore di minuti che, come un polipo, con una dozzina di cellulari attaccati a dei fili che sembrano tentacoli, attira le prede che vogliono telefonare… alla faccia delle radiazioni!

Confidavamo in una notte rigenerante ma le zanzare, il ventilatore-elicottero sul soffitto, il vicino di stanza con il televisore a tutto volume e la temperatura che non è scesa neanche di un grado, hanno smentito le nostre aspettative. Non abbiamo quindi esitato a ripartire la notte seguente con un pullman che in 13 ore ci ha portati a Medellin. 

  3 commenti riguardo “Cartagena de Indias

  1. Emiliano
    12 Dicembre 2012 alle 07:58

    All’inseguimento della pietra verde?……
    Peccato per Cartagena. Spero vada meglio a Medellin.
    A presto ragazzi. Continuate a farmi vedere il mondo.
    Ciao Emiliano

  2. simona
    16 Dicembre 2012 alle 20:42

    Grazie per i super magici racconti e le splendide foto ragazzi!!!
    Mi fate viaggiare e sentire sempre molto vicino!!!
    Vi voglio tanto bene!!!!!! mamis

  3. michela
    17 Dicembre 2012 alle 17:24

    venditore di minuti??? non ne avevo mai sentito parlare…
    certo che ormai per fare soldi ci si inventa proprio di tutto.

    continuate a farci viaggiare!!!

    ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *