Machu Picchu

Posted from Cusco, Peru.

Selezionate le poche cose che ci servivano per 3 giorni e lasciate quelle di troppo in uno sgabuzzino ammuffito dell’ostello, partiamo da Cuzco per l’escursione al Machu Picchu con un simpaticissimo gruppo di argentini e brasiliani e con una guida locale. Le sette ore di pulmino per arrivare alla centrale idroelettrica del Machu Picchu sono un susseguirsi di curve fatte alla velocità della luce, strada sterrata alternata da un po’ di asfalto, Manà cantato a squarciagola, argentini e brasiliani che si sfidano verbalmente su quale sia la squadra di calcio migliore. Per risparmiare qualche soldo sull’escursione, arrivati alla centrale decidiamo di percorrere a piedi i 10 km che portano ad Aguas Calientes, conosciuta anche come Machu Picchu pueblo, 400 metri più in basso del sito archeologico. L’unica altra maniera per arrivare sarebbe stata con un treno, visto che non esiste una strada percorribile in auto. La passeggiata è molto piacevole: seguiamo i binari del treno e il corso dell’impetuoso fiume Urubamba che in questo periodo, ovvero la stagione delle piogge, raggiunge il massimo della sua irruenza. Arrivati col buio ad Aguas Calientes dopo 3 ore di cammino, veniamo accolti da un paesino sviluppatosi in riva al fiume dopo la scoperta del sito archeologico e che oggi offre solo hotel, bar e ristoranti per le migliaia di turisti che ogni giorno visitano il sito stesso. Dopo una doccia e una cena in compagnia del vivace gruppo, andiamo a letto preso per essere pronti alle 5 del mattino seguente per salire alle rovine. Arriviamo al sito sotto una pioggia battente, increduli alle parole della guida il quale ci assicura che uscirà il sole in non più di mezz’ora. Passano in realtà più di 4 ore prima che riusciamo a toglierci i poncho bagnati e a vedere il sito nella sua interezza, con l’imponente Huayna Picchu alle sue spalle. La cittadella Inca si trova su un piccolo altipiano ricavato dalla montagna con la cui roccia è stata edificata; è circondata da verdi montagne e protetta su tre lati dal fiume Urubamba che più in là diventa Rio delle Amazzoni e sfocia nell’Oceano Atlantico. Il contesto contribuisce a rendere questo uno dei posti più belli al mondo: non per niente è annoverato tra le sette meraviglie del mondo moderno. Nel pomeriggio, quando finalmente esce il sole e la maggior parte dei turisti se n’è andata, ci sediamo in un posto appartato per contemplare in tranquillità questo perfetto equilibrio tra natura e opera umana. La cena è un ottimo momento per condividere impressioni ed emozioni della giornata con i nostri temporanei compagni di viaggio e scambiarsi aneddoti sui rispettivi paesi. Il giorno seguente ripercorriamo la strada al contrario per arrivare a Cuzco verso sera, salutare parte del gruppo e recuperare gli zaini sopravvissuti all’insalubre sgabuzzino. La nostra ultima serata in Perù la passiamo con l’altra metà del gruppo e Riccardo e Roberto, due italiani conosciuti a Paracas e ritrovati qui. Approfittando della cucina dell’ostello e del fatto che Riccardo sia cuoco, organizziamo un’amatriciana a 3400 metri che delizia non solo i palati italiani, ma anche quelli latino americani.

 

  11 commenti riguardo “Machu Picchu

  1. Donatella e Carlo
    23 Gennaio 2013 alle 13:54

    Le foto sono bellissime, le ultime due da togliere il fiato. Che meraviglia!
    Buon viaggio e buona vita. Un abbraccio

  2. Emiliano Bedei
    23 Gennaio 2013 alle 14:09

    Ciao ragazzi, ben ritrovati. Abbiamo letto tutto di un fiato il resoconto della nuova avventura.
    Non abbiamo parole. Elena il Machu Picchu, lo considera il centro del mondo, e da quando la conosco (parecchio), non mi ripete altro che vuole andarci. Vi lascio immagginare i commenti, gli ohhh ed i mamma…mia che bello. Sono d’accordo. Poi, così come lo avete “scalato”, oserei dire che non lo avete visitato…..lo avete vissuto, matriciana internazionale compresa.
    Un bacio e a presto
    Emiliano ed Elena SMACK

  3. gianfranco e anna cerreti
    23 Gennaio 2013 alle 20:51

    bellissimo e senza parole ………….. , buona continuazione

  4. Fabrizio&Elisa
    24 Gennaio 2013 alle 15:25

    Ciao, la vista di questo posto meraviglioso vi ha davvero ripagati della fatica ed il tempaccio!!!! Le foto trasmettono tutto quello che questo posto è… meraviglioso!!!!
    Quando a giugno ci siamo sposati abbiamo usato come segnatavolo proprio le sette meraviglie del mondo antico e le sette meraviglie del mondo moderno ed Elisa ha subito detto che le sarebbe piaciuto vederlo… visto che dice sempre che in questi mesi stà viaggiando con voi non posso che ringraziarvi per averla portata con voi!!!!

  5. simona
    24 Gennaio 2013 alle 21:43

    La lettura delle vostre giornate accompagnata dalle straordinarie foto è sempre più emozionante! Grazie ragazzi miei, siete magici!!!!!
    Kisses, mamis

  6. Federica
    25 Gennaio 2013 alle 13:49

    Carissimi, foto straordinarie!e’ sempre stato il nostro sogno visitare questo luogo magico…grazie per averlo condiviso con noi!!
    Un abbraccio, Fede&Hassan

  7. Melissa
    25 Gennaio 2013 alle 17:50

    <3 Machu Picchu mi è rimasto nel cuore!
    Buon viaggio e buona vita!
    Melissa

  8. María Virginia Cornaglia
    26 Gennaio 2013 alle 08:55

    Ale y Eli me encantó lo que escribieron! Algunas cosas no las entendí muy bien, pero voy a pedir ayuda con el idioma.
    Las fotos son increíbles! Me recuerdan los lindos momentos que vivimos y muestran la belleza del lugar en el que estuvimos.
    Me alegro mucho de haberlos conocido!
    Beso grande!!!! y mucha suerte para lo que les queda por vivir! Los voy a “seguir” por acá, así no les pierdo pisada =)

  9. Gianfranco Salomi
    26 Gennaio 2013 alle 21:56

    Cari ragazzi attendevamo questa meta così magica e abbiamo letto con piacere del vostro viaggio avventuroso per arrivarci. Con voi vola anche la nostra immaginazione e anche noi siamo in viaggio con voi . Buon proseguimento e a prossimamente leggervi e anche forse vedervi. Abbraccioni.

  10. Tita & Lolli
    2 Febbraio 2013 alle 11:18

    Ciao! Quando ho letto questi 3 gg mi sono troppo immedesimata! Mi sembrava di essere li…. Voglio venire anche iooooooooo! 😉 adesso devo assolutamente mettere nelle mie priorità e stressare Tita che uno dei nostri viaggi sarà il Perù. È troppo bello! 🙂
    Un abbraccio e grazie di farci vedere tutte le vostre emozioni!

  11. Angelo
    28 Febbraio 2013 alle 22:51

    Siete grandiosi,quando ritornerete a casa,festeggeremo alla grande! Sicuramente una settimana di festeggiamenti non sarà sufficiente! Un saluto e un abbraccio forte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *